Aeroporto di Genova - Covid-19, tutte le informazioni per chi viaggia

FORGOT YOUR DETAILS?

VIAGGIARE DA E PER L'AEROPORTO DI GENOVA

Ultimo aggiornamento: 23/2/2021

PASSEGGERI IN PARTENZA

Scarica il modello di autocertificazione e compilalo prima di recarti in aeroporto.

PER L'ITALIA

Gli spostamenti tra regioni sono vietati sino al 27 marzo, a eccezione di quelli giustificati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.

I passeggeri in partenza dovranno consegnare il modulo di autocertificazione relativo ai motivi dello spostamento, che verrà richiesto prima dei controlli di sicurezza. Si consiglia di recarsi in aeroporto con il dovuto anticipo e, soprattutto, di compilare il modulo prima della consegna, in modo da ridurre al minimo i tempi di attesa ed evitare disagi. Il modello di autocertificazione, editabile, è disponibile a questo link.

PER L'ESTERO
Alcuni Stati hanno previsto procedure speciali per i viaggiatori in arrivo dall'Italia; si raccomanda di verificare le normative del paese di destinazione. Le informazioni sono reperibili sul sito Viaggiare sicuri.

PER L'OLANDA
Tutti i passeggeri in partenza per l'Olanda (sia per destinazione finale sia per scalo) devono avere con sé, al momento della partenza: un test molecolare PCR effettuato nelle 72 ore antecedenti l'imbarco e un test rapido, antigenico o molecolare, effettuato nelle 4 precedenti l'imbarco, con esito negativo. I test possono essere presentati in formato digitale. Il servizio di tamponi rapidi è disponibile per i passeggeri in partenza per Amsterdam presso il desk di Casa della Salute situato al piano partenze, fianco biglietteria. Il servizio è prenotabile online o al numero 0109641083.

I passeggeri devono inoltre esibire un'autocertificazione di negatività, scaricabile a questo indirizzo.


​Ricordiamo che, in ottemperanza all'allegato 15 del DPCM dell'11 giugno 2020, è obbligatorio indossare la mascherina a bordo degli aerei. Prima di salire a bordo, i passeggeri devono dichiarare di non aver avuto contatti stretti con persone affette da patologia COVID-19 nei due giorni precedenti, prima dell'insorgenza dei sintomi, e fino a 14 giorni dopo l'insorgenza dei medesimi.

DALL'ITALIA

Gli spostamenti tra regioni sono vietati sino al 27 marzo, a eccezione di quelli giustificati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Il modello di autocertificazione, editabile, è disponibile a questo link.

TAMPONI OBBLIGATORI NELLE 48 ORE PRIMA DELL'IMBARCO PER CHI ARRIVA DA PAESI UE

A partire dal 10 dicembre, le persone che entrano nel territorio nazionale in provenienza da paesi UE (Schengen e associati, come da elenco C dell'allegato 20 al Dpcm del 3/12/2020), dovranno effettuare un tampone con esito negativo nelle 48 ore antecedenti l'imbarco. In caso contrario, dopo l'arrivo in Italia dovranno sottoporsi a isolamento fiduciario per la durata di 14 giorni (salvo le eccezioni previste dal Dpcm). Pertanto non sarà più offerta la possibilità, ai passeggeri provenienti con voli diretti dall’Inghilterra e dall'Olanda, di fare il tampone antigenico in aeroporto fornito da Usmaf. Resta operativo il servizio di tamponi in modalità drive-through, su prenotazione e a pagamento, per residenti e passeggeri in arrivo e in partenza. Per i passeggeri in arrivo in Italia dal 21 dicembre al 6 gennaio, è comunque previsto l'obbligo di isolamento fiduciario. I passeggeri in arrivo da paesi del gruppo D ed E dovranno sottoporsi a isolamento fiduciario obbligatorio dopo l'ingresso in Italia.

In caso di insorgenza di sintomi COVID-19, resta fermo l’obbligo per chiunque di segnalare tale situazione con tempestività all’Autorità sanitaria tramite i numeri telefonici dedicati e di sottoporsi, nelle more delle conseguenti determinazioni dell’Autorità sanitaria, a isolamento.

TAMPONI GRATUITI IN AEROPORTO PER CHI ARRIVA DAL REGNO UNITO

A partire dal 29 dicembre è nuovamente operativo il servizio di tampone rapido gratuito per i passeggeri in arrivo con voli provenienti da Londra. Il servizio, fornito dagli uffici di Sanità marittima, aerea e di frontiera, è disponibile dopo lo sbarco. Sulla base dell'ordinanza del Ministero della Salute del 23 dicembre, 2020, i passeggeri in arrivo da Regno Unito devono effettuare il tampone dopo lo sbarco in aeroporto. L'area adibita ai test è la tensostruttura situata a fianco del terminal, raggiungibile a piedi in pochi minuti dopo avere ritirato il bagaglio. Il risultato del tampone viene comunicato al passeggero entro 30 minuti dall'esecuzione del test. Ricordiamo che sulla base della suddetta ordinanza, tutti i passeggeri in arrivo dal Regno Unito devono effettuare anche un test antigenico o molecolare nelle 72 ore precedenti l'imbarco e presentare l'esito negativo al momento della partenza.

TEST RAPIDO PER I PASSEGGERI PER AMSTERDAM

I passeggeri in partenza per Amsterdam possono effettuare il tampone rapido in aeroporto, prima della partenza. Il servizio è fornito da Casa della Salute e ha un costo di 30 euro. Il desk di Casa della Salute si trova al piano partenze, a fianco alla biglietteria, e sostituisce il servizio di tamponi drive-through. I tamponi sono prenotabili online o al numero di telefono 0109641083. 

LE NEWS DI "VIAGGIARE SICURI"

Iscriviti alla nostra newsletter

* Dato obbligatorio

Vai all'archivio

Aeroporto di Genova utilizzerà i tuoi dati per restare in contatto con te, fornendoti informazioni su voli e servizi. In ottemperanza alla normativa vigente, ti chiediamo di confermarci la tua autorizzazione all'invio di email

Potrai cambiare idea in qualunque momento, modificare le tue informazioni o cancellarle cliccando il tasto "disiscriviti" nel footer delle mail che ti invieremo. Letta la nostra Privacy Policy, cliccando il tasto "iscriviti" confermi la tua autorizzazione al trattamento dei tuoi dati per le finalità di cui sopra.

Utilizziamo Mailchimp come piattaforma per le nostre newsletter. Cliccando il tasto "Iscriviti" acconsenti all'uso delle informazioni per le finalità espresse tramite Mailchimp. Leggi di più sulle procedure di Mailchimp relative alla gestione della privacy

FacebooktwitterredditpinterestmailFacebooktwitterredditpinterestmail

TOP